Archivi del mese: maggio 2014

Salmone fresco su letto di fagioli cannellini

Ho detto che la fetta di salmone, sia affumicata che fresca, può essere presentata con i fagioli cotti… E se questi fagioli li insaporissi con aglio e salvia e ne facessi una crema?

Ingredienti per una persona

fagioli già lessati 

una fetta di salmone

erbe aromatiche: salvia, erba cipollina, origano, maggiorana, timo, finocchio selvatico,…

aglio

olio extra vergine d’oliva

sale e pepe (macinato e in grani)

image

Mettere i fagioli, con un po’ della loro acqua di cottura, ad insaporire in olio con aglio e salvia.

Quando sono insaporiti, farne una crema con il frullatore ad immersione.

image

Tritare tutte le erbe con il sale e condire il salmone, metterlo in padella con un po’ d’olio, sfumare con del vino bianco.

image

Stendere nel piatto la crema di cannellini, appoggiare il salmone sulla crema e condire con una macinata di pepe.

image

È un ottimo piatto unico.

Lascia un commento

Archiviato in "Con ventiquattromila braciii...", Secondi di mare

Salmone affumicato marinato

Ho appena finito di preparare i tagliolini all’uovo con il salmone e gli zucchini, è avanzato un po’ di salmone affumicato. Se ne può fare un buon antipasto o un secondo piatto al quale si possono aggiungere come contorno i fagioli cotti al fiasco.

Ingredienti per due

 

una confezione di salmone affumicato

olio extra vergine d’oliva

un limone

pepe

image

 

Stendere nei piatti il salmone e condirlo con olio, limone e pepe; farlo marinare almeno per una mezz’ora. Servire.

Lascia un commento

Archiviato in Antipasti, Secondi di mare, Secondi veloci, SOS- Studenti Fuori Sede, secondi

Tagliolini all’uovo salmone e zucchini

E vabbè  è  una ricetta un po’ scontata ma sempre buona!

image

Ingredienti per due persone

una fetta di salmone fresco

image

qualche fettina di salmone affumicato

due zucchini

timo

prezzemolo

cipolla bianca piccola

image

un goccio di vino bianco

un cucchiaio di panna

olio extra vergine d’oliva

sale e pepe

Tagliare a fettine o cubetti gli zucchini e tritare grossolanamente la cipolla, mettere entrambi in padella con l’olio; aggiungere il timo e il prezzemolo, di quest’ultimo ho imparato ad utilizzare anche i gambi, che metto in padella e poi tolgo prima di unire al sugo la pasta.

image

Quando gli zucchini sono un po’ ammorbiditi, aggiungere i due tipi di salmone tagliati a piccoli pezzi.

image image

Sfumare con un goccio di vino bianco.

Legare tutto con un cucchiaio di panna da cucina, io ne metto sempre poca perché preferisco sentire bene il sapore del salmone e degli zucchini.

image

Appena i tagliolini all’uovo sono cotti (sono sufficienti 5 minuti se la pasta è secca) “buttarli” in padella e saltarli con il sugo.

Servire ben caldi.

image

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi a base di pesce, molluschi, crostacei

Fagioli al fiasco

Ecco un altro, gustoso, modo di cuocere i fagioli di qualsiasi tipo, meglio quelli toscani visto che la cottura al fiasco è tipica di questa regione.

Un tempo toglievano la paglia al fiasco del vino e vi cuocevano i cannellini, i borlotti, gli zolfini,… nella brace del forno a legna.

 

Ingredienti

Sale

salvia

fagioli

rosmarino

pepe in chicchi

due spicchi d’aglio

olio extra vergine d’oliva

image

Mettere i fagioli e l’acqua nel “fiasco” (in questo caso moderno, fatto di vetro che sopporta il calore) in rapporto 1 a 5.

image

Aggiungere tutti gli ingredienti, chiudere con l’apposito tappo provvisto di sfiatatoio (un tempo si usavano la paglia, il cotone o la stoppa).

I fagioli possono essere prima tenuti in ammollo 12 ore oppure no.

Il problema di questa ricetta è legata ai tempi di cottura, si può cercare di capire se i fagioli sono cotti controllandoli spesso dopo un paio d’ore.

Alla fine i fagioli possono essere mangiati conditi con del buon olio, pepe e sale.

image image

Lascia un commento

Archiviato in Vecchi Mangiari

Calamaro ripieno…

…yummmyyyyyyyy… Oggi ho trovato in pescheria un grosso calamaro…

image

L’ho pulito e lavato.

Ho preparato il ripieno.

Il una terrina ho messo…

image

…una scatoletta di tonno sottolio, del pane raffermo tritato…

image

…un uovo intero, della bietola saltata con aglio e olio,….

image

…i tentacoli tritati, sale, pepe,…

image

…il prezzemolo e ho mischiato tutti gli ingredienti.

Io, di solito, tendo a tritare i vari ingredienti un po’ grossolanamente perché mi piace “sentirli” in bocca.

Ho riempito il calamaro, l’ho chiuso con degli stuzzicadenti; ho fatto dei piccoli fori nel corpo affinché durante la cottura non potesse “scoppiare”.

image

L’ho messo in una pirofila, l’ho salato leggermente, l’ho condito con l’olio e insaporito con il timo.

Se a volte mi avanza del ripieno lo metto nella pirofila insieme al calamaro.

L’ho infornato per circa mezz’ora o finché, bucandolo con uno stuzzicadenti, è risultato morbido.

image

L’ho tagliato a fette e, quando le ho servite  in tavola, le ho condite  con il sughetto rimasto nella teglia.

image

Ingredienti

Un calamaro grosso;

una scatoletta di tonno sottolio da 80 grammi;

pane raffermo tritato (o pangrattato);

uovo;

bietola;

aglio;

prezzemolo;

timo;

olio extra vergine d’oliva;

sale e pepe.

4 commenti

Archiviato in "Con ventiquattromila braciii...", Secondi di mare

Piselli e gamberi

A volte si arriva di corsa a casa… Ecco una ricetta veloce e gustosa.

 

image

Ingredienti

Piselli sgusciati (meglio se freschi ma se si ha poco tempo vanno benissimo surgelati);

olio extra vergine d’oliva;

due spicchi d’aglio;

qualche pomodoro ciliegino maturo;

prezzemolo;

peperoncino se piace;

gamberetti;

vino bianco;

sale.

Come si fa

Pulire gli agli, metterli nell’olio e iniziare la cottura.

Passare sotto l’acqua i piselli, farli sgocciolare, aggiungerli in padella; unire il prezzemolo e il peperoncino.

image

Dopo qualche minuto sciacquare i gamberi e metterli in padella.

Sfumare con un po’ di vino bianco.

image

Proseguire la cottura per una ventina di minuti, secondo le dimensioni dei gamberi e/o fin quando i piselli non hanno raggiunto la morbidezza desiderata.

image

1 Commento

Archiviato in "Con ventiquattromila braciii...", Secondi di mare, Secondi veloci

Frittata de’ poeri… (arricchita) o “all’antica”

Pochi ingredienti, senza uova, sennò non era de’ poeri.

Ingredienti per due persone

6 patate di medie dimensioni;

image

uno spicchio d’aglio;

olio extra vergine d’oliva (ma i vecchi di queste parti che grasso avranno utilizzato al loro tempo: lardo?)

 

Come si fa:

lessare le patate, con la buccia o senza è uguale.

Passarle allo schiacciapatate image

Pulire lo spicchio d’aglio e metterlo nella padella con l’olio; quando inizia ad imbiondire aggiungere le patate passate, girarle per farle insaporire ed asciugare.

image

Rendere le patate compatte e fargli fare un po’ di crosticina, girare di nuovo.

Ricompattare le patate e, quando si sarà formata di nuovo la crosticina, capovolgerle come si fa con la frittata.image

Quando sarà arrostita anche dall’altra parte la “frittata” è pronta.

 

Se si vuol renderla più ricca quando si ricompattano le patate per la seconda volta si possono aggiungere altri ingredienti come formaggi (provola, emmental,…) o affettati che piacciono.

Oggi ho aggiunto provola e prosciutto cotto.

image image

Lascia un commento

Archiviato in Vecchi Mangiari

Trofie cavolo nero, gamberi e vongole

Adesso è davvero finito, di cavolo nero non ce n’ho più! Ricomincia la preparazione del mio micro-orto!

image

Ingredienti

Trofie fresche, circa due etti per due persone

2/3 etti di gamberetti

2/3 etti di vongole veraci

un pugno di cavolo nero lessato

prezzemolo un bel gambo

scorza di limone

timo

aglio

1/2 scalogni

image

Come si fa

In una padella mettere un po’ di olio extra vergine d’oliva, la scorza del limone, il gambo del prezzemolo, lo scalogno affettato e il timo.

Far ammorbidire gli ingredienti a fuoco moderato, aggiungendo il pomodoro fresco a pezzetti.

Unire i gamberetti e le vongole.

Sfumare con il vino.

timage

Intanto mettere a cuocere la pasta, quando sarà al dente unirla al sugo di pesce.image

image

Se si vuole, togliere i gambi del prezzemolo e l’aglio; spolverare con prezzemolo tritato.

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi a base di pesce, molluschi, crostacei

Tonno e piselli

Talvolta è necessario preparare “qualcosa” di corsa, allora tiro fuori un brick o una scatola di piselli (250 g di piselli), una scatoletta di tonno (80 o 160 g, secondo quanto tonno si desidera), olio EVO, prezzemolo, uno spicchio d’aglio, pomodoro, vino bianco.

Con queste dosi si può ottennero un buon secondo piatto o, in alternativa, il condimento per la pasta per quattro porzioni. Il risultato finale in entrambi i casi è buono anche, se con gli stessi ingredienti, ma freschi il risultato è sicuramente più gradito alle buone forchette.

Preparazione

Mettere in padella l’olio, l’aglio, il prezzemolo, il pomodoro, o i pomodori nella quantità desiderata,  e lasciar cuocere per pochi minuti.

Aggiungere i piselli e il tonno. Bagnare, se necessario, con un goccio di  vino bianco o acqua. Tenere sul fuoco per una decina di minuti.

Il secondo da mangiare con il pane.

image

La pasta

image image

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi di pasta a base di verdure, Primi veloci, S.O.S. Studenti fuori sede-Pasta, Secondi veloci, SOS- Studenti Fuori Sede, secondi

Spezzatino di carne di manzo, come lo fo io…

La carne utilizzata è il muscolo, costa poco e, cotta così, viene buona.

Le dosi delle mie ricette sono sempre per due persone, perché è per due che cucino, ma spesso me ne avanza una porzione per il giorno dopo.

 

Allora, mi serve: 500 g di muscolo, tagliato a pezzi;

image

una cipolla bianca, un pezzo piccolo di sedano, una carota, due spicchi d’aglio;

salvia e ramerino in abbondanza, anche di più di quel che vedete nella foto;

due pomodori o della passata di pomodoro;

vino bianco o rosso, come si preferisce;

olio extra vergine d’oliva, sale.

image

Se si vuole, si può completare il piatto con patate e carote.

Come faccio:

taglio a fettine la cipolla, trito grossolanamente aglio, carota e sedano; metto tutto in un tegame con olio extra vergine d’oliva e faccio soffriggere. Io tendo a soffriggere poco e delicatamente.

Aggiungo la carne a pezzetti, le foglie di salvia e il ramerino.

Cuocio il tutto per qualche minuto. Quando la carne appare esternamente cotta la bagno con un po’ di vino bianco, lo faccio sfumare e aggiungo il pomodoro (o la passata), copro con il coperchio e lo giro di tanto in tanto. Se vedo che asciuga troppo aggiungo del brodo.

image

Quando lo spezzatino cuoce da una mezz’oretta, aggiungo le carote o le patate o entrambi tagliate a pezzetti, giro e copro nuovamente, continuando a girarlo ogni tanto.

image

image

Dopo un’ora e un quarto/un’ora e mezzo, in relazione anche alle dimensioni dei pezzi, il piatto è pronto.

image

Lascia un commento

Archiviato in "Con ventiquattromila braciii...", Secondi di carne di manzo