Archivi del mese: giugno 2014

Frittelle dolci con fiori di sambuco

Qualche giorno fa, mentre stavo pensando che da un po’ di tempo non mettevo una ricetta sul mio blog, ho alzato gli occhi ed ho visto il sambuco in fiore… allora perché non provare a fare le frittelle di fiori di sambuco come facevano i nostri vecchi!?

image

Ingredienti

fiori di sambuco

image

farina, 120 g;

3 uova;

image

zucchero, 80 g;

un cucchiaino di miele;

un cucchiaino di lievito vanigliato;

un bicchiere di latte (quanto ne serve per rendere l’impasto morbido ma non troppo);

un pizzico di sale;

olio per friggere.

Lavare le ombrelle di fiori di sambuco sotto l’acqua, bagnarle e scuoterle più volte. Eliminare tutti i gambi più duri.

In una terrina  mettere i tre tuorli, dividendoli dagli albumi, la farina, lo zucchero e il miele. Mischiare gli ingredienti e allungare con il latte.

image

Montare gli albumi a neve e incorporarli nell’impasto; aggiungere il lievito, il pizzico di sale e i fiori.

image

Far scaldare l’olio e buttarci l’impasto con un cucchiaio, delle dimensioni in cui si preferiscono le frittelle.

image

Una spruzzata di zucchero vanigliato ci sarebbe stata bene!

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Dolci di montagna, Vecchi Mangiari

Viva la pappa al pomodoro!

image

Ingredienti per due persone (ma poi è anche per di più)

7/8 etti di pomodori maturi (anche una bella confezione di pomodori tagliati a pezzettoni può andar bene);

aglio, cipolla, peperoncino;

basilico;

image

pane sciapo toscano, raffermo, circa 3 etti;

sale, pepe, olio extra vergine d’oliva;

brodo vegetale (o come ce l’avete)

Come si fa

Se si utilizzano pomodori freschi, togliere la buccia, buttandoli qualche attimo in acqua bollente, e farli a pezzettini.

Intanto, “far andare” nell’olio la cipolla, l’aglio (naturalmente fatti a fettine) e il peperoncino.

Aggiungere il pomodoro. Se necessario mettere un po’ di brodo e far cuocere per una quindicina di minuti, mettendo anche il sale e il pepe.

Unire il pane raffermo fatto a pezzetti con le mani, girare bene, e mettere il brodo. È necessario girarlo spesso perché rischia di attaccarsi.

Far cuocere per una mezz’oretta e verso la fine aggiungere il basilico spezzettato con le mani.

image

A me la pappa al pomodoro piace un po’ rustica, quindi se rimangono alcuni pezzettini di pane sono contenta.

Servire con un goccio d’olio a crudo e qualche foglia di basilico fresca.

image

Se ne avanza, metterla in frigo e il giorno dopo riscaldarla in padella con un po’ d’acqua e olio… Sarà ancora buonissima!

image

Lascia un commento

Archiviato in pappa al pomodoro, Vecchi Mangiari

Le fragoline, di bosco e bianche

image

Sono arrivate le fragoline e, finalmente, anche il bel tempo!

image

Le fragole bianche erano quelle che io mangiavo da bambina e, per questa ragione, mi sembrano buonissime… Erano quasi scomparse dal mio campo, poi le ho cercate, trapiantate. Adesso occupano un piccolo pezzo di prato.

image

image image image image image image

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Pasta di mare con fiori di zucca

Per fare un sughetto di pesce mi faccio ispirare da quello che vedo dal pescivendolo la mattina.

image

Oggi ho comprato, per due persone, due scampi, due spannocchi (o mazzancolle), quattro calamari, una decina di fiori di zucca.

Poi ho preso prezzemolo, timo, peperoncino, aglio, scorza di limone, vino bianco, 180 grammi di spaghettini, sale, olio extra vergine d’oliva.

Preparazione

image

Ho pulito e lavato i molluschi e i crostacei.

image

Ho tolto il pistillo ai fiori, ho lavato il pomodoro e i fiori.

image

Ho lavato il timo e il prezzemolo.

image

Ho messo in una padella l’olio, la scorza di limone, i gambi del prezzemolo, due peperoncini, due agli a pezzetti ed ho messo sul fuoco.

 Ho aggiunto i frutti di mare e poi un po’ di pomodoro,

image

…il timo, il prezzemolo e successivamente i fiori.

image

Cotta la pasta al dente l’ho saltata in padella.

Ho decorato con un fiore, il prezzemolo e il basilico.

image

image

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi a base di pesce, molluschi, crostacei