Pasta alle cicale (canocchie, pannocchie)

image

E vabbè, oggi m’è venuto voglia di farla così, coi pomodorini; di solito la preparo senza o  solo con qualche ciliegino messo all’ultimo momento… Le cicale danno, comunque, alla pasta un gran sapore di mare!

In estate sono quasi vuote, ma in inverno e primavera sono molto polpose.

Sono ottime quando hanno le uova, anche se io preferirei non trovarle, perché penso a quante potenziali canocchie ho eliminato in un colpo solo!

La coda presenta due “occhi” bruno-violacei caratteristici e la corazza è grigio biancastra con sfumature rosa.

@@@

Ingredienti per due

8/10 cicale

160 g di linguine

olio extra vergine d’oliva

aglio, timo e prezzemolo

vino bianco

(peperoncino)

(pomodorini, a piacere)

image

Lavare le cicale, tagliarle a metà o fare un taglio nel carapace.

Mettere l’aglio nell’olio e farlo ammorbidire a fuoco basso, insomma, non deve sbruciacchiarsi. Aggiungere le cicale e il timo, unire il vino e farle rosolare.

image

A questo punto io, che amo pulire, mentre mangio la pasta, questi crostacei che hanno un sapore davvero squisito, li porto a cottura, aggiungo il prezzemolo (il pomodoro) e li manteco con la pasta appena scolata. Impiatto.

image

Ma se avete ospiti, e non sapete se amano pulire questi crostacei pian piano nel piatto, vi consiglio di lasciarne intero uno per ogni commensale e pulire gli altri togliendogli la polpa e rimettendola in padella con i pomodori.

C’è anche chi, prima di iniziare la cottura, elimina la testa, le zampette e le aluccie, tagliando poi il carapace per togliere l’intestino.

La prima volta che preparai gli spaghettini alle canocchie seguii la ricetta ufficiale del libro che mi era stato regalato per imparare a cucinare prodotti di mare, visto che pesci, molluschi e crostacei non facevano parte della mia cultura culinaria.

Preparai il soffritto di aglio e prezzemolo tritati.

Vi aggiunsi la polpa delle cicale precedentemente bollite con qualche cucchiaio di brodo di cottura. Unii gli spaghettini molto al dente e terminai la cottura in padella. Anche così il piatto è ottimo perché le cicale hanno davvero una polpa delicatissima. 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi a base di pesce, molluschi, crostacei

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...