Archivi del mese: novembre 2015

Peperoni piccoli ripieni

image

 Con gli ingredienti classici per i ripieni utilizzati dalle donne della mia famiglia di possono fare molte verdure al forno.

Carne macinata, manzo e/o maiale; formaggio grana; un uovo; bietola lessata; ricotta o mollica di pane bagnata nel latte; sale.

image

Peperoni (da qualche tempo per farli ripieni utilizzo quelli piccoli che cuociono bene e più velocemente).

image

Mischiare tutti insieme gli ingredienti e riempire i peperoni.

imageimage

Condire con un filo d’olio e mettere in forno a 180′, finché i peperoni non risultino ben cotti.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in "Con ventiquattromila braciii...", Secondi di carne di maiale, Secondi di carne di manzo, Secondi di verdure

Vitella ai sette sapori

image

È una ricetta a base di carne della mia infanzia. Andava per la maggiore perché era servita sulla tavola della Pensione Rosa, un piccolo albergo del mio paese dove, chi poteva, veniva a villeggiare in montagna dalle città vicine, soprattutto da Firenze. Negli anni cinquanta e sessanta arrivavano con le valigie in pullman o in taxi e rimanevano quassù anche un mese. Davvero altri tempi!

Ingredienti

Un girello di vitella (circa 1 kg)

image

una cipolla

due spicchi d’aglio

due/tre acciughe sotto sale

capperi

un cucchiaio d’aceto

burro

latte

Legare il girello, affinché tenga la forma, e metterlo dentro un tegame con tutti gli altri ingredienti.

Lasciar cuocere per un paio d’ore.

image

Togliere la carne, lasciarla freddare e poi tagliarla a fette sottili.

image

Frullare il sugo della pentola.

image

Mettere la carne a strati, bagnati dal sughetto, nel piatto di portata.

image

Lascia un commento

Archiviato in "Con ventiquattromila braciii...", Secondi di carne di manzo

Caserecce con verdure e cavolo

Quest’anno ho provato a coltivare oltre al cavolo nero anche quello viola,

ne ho utilizzato un po’ per fare una pasta vegetale.

image

Ingredienti

caserecce, 80 g a persona

cavolo viola

cavolo nero (2 foglie a persona)

image

una patata e una carota piccole a persona

un cipollotto

image

olio extra vergine d’oliva

Aglio, sale e peperoncino

pecorino romano

Pulire, lavare e tagliare a strisce il cavolo nero e a pezzetti le altre verdure.

Mettere a bollire l’acqua per la pasta, unire il cavolo nero e lasciarlo a lessare per una ventina di minuti. Aggiungere le verdure e poi la pasta.

image

Intanto mettere l’olio in padella con l’aglio schiacciato e il cipollotto fatto a rondelle.

Togliere l’aglio dopo 5 minuti facendo in modo che non annerisca e lasciare cuocere il cipollotto a fuoco lento, magari aggiungendo un po’ d’acqua.

Unire al cipollotto la pasta e le verdure scolate, una macinata di peperoncino e mischiare bene.

Aggiungere il formaggio grattugiato. Servire.

imageimage

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi di pasta a base di verdure

Risotto di zucca delica mantovana e toma

image image

image

Ingredienti

riso arborio, 80 g a persona

zucca

scalogno

toma

olio extra vergine d’oliva

una manciata di parmigiano reggiano

brodo vegetale

sale

Preparare la zucca eliminando la buccia e tagliandola a quadretti.

image

Tritare lo scalogno e metterlo a imbiondire in due cucchiai di olio extra vergine d’oliva.

Aggiungere il riso e lasciarlo insaporire con lo scalogno.

Unire quasi tutta la zucca, girare di tanto in tanto bagnando con il brodo necessario un po’ alla volta.

Nel frattempo saltare in padella, con un po’ d’olio, i pezzetti di zucca rimasti finché non siano leggermente croccanti.

Poco prima che il riso sia cotto aggiungere la toma fatta a pezzetti, il parmigiano e mischiare bene.

Mettere nel piatto e decorare con la zucca saltata in padella.

image

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Risotti

Sogliola al piatto… Con le verdure

Lo so, è un piatto semplice… un po’  da “malati” 🙂 ma a me piace mangiarlo di tanto in tanto.

Cucino la sogliola intera a cui è stata tolta solo la pelle.

Nella ricetta base condisco la sogliola con il sale, l’olio, il prezzemolo, il limone (a volte metto una macinata di pepe o un pizzico di timo). Poi copro il piatto con carta alluminio e lo posiziono su una pentola che sta bollendo. Cuocio la sogliola dai venti ai trenta minuti.

A volte aggiungo delle verdure che cuociono al vapore con la sogliola.

Faccio a pezzetti la carota, la patata, la cipolla…(lo zucchino, il pomodoro o la verdura che ho a disposizione) e le unisco alla sogliola.

image image

Condisco il tutto con olio, sale e prezzemolo.

image image

Lascia un commento

Archiviato in "Con ventiquattromila braciii...", secondi di pesce, Secondi di verdure

I tortelli della mi’ mamma

I tortelli erano il piatto delle feste e delle ricorrenze. In montagna c’era davvero poco e quindi la domenica, quando si poteva,  venivano fatti i tortelli con uovo, bietola e ricotta. La mia mamma però, se li faceva, metteva anche la carne macinata. Perché? La spiegazione che mi sono data è che, essendo la montagna pistoiese una terra di “frontiera”, confina con le province di Lucca, Bologna, Modena, le persone hanno attinto da tutte queste realtà culinarie per realizzare i loro piatti.

image

Pasta fatta a mano

Ragù toscano

Per il ripieno

(le dosi possono variare leggermente a piacere)

mezzo chilo di carne di manzo macinata

quattro etti di ricotta

(quando non aveva la ricotta metteva al suo posto la mollica del pane cotta per alcuni minuti  con il latte)

due palline di bietola lessata

image

due uova

image

noce moscata

parmigiano reggiano o grana padano

sale

Mischiare insieme la carne, la ricotta, le uova e la bietola tritata.

image

Unire il formaggio grattugiato, il sale, la noce moscata.

image

image

Fare la pasta

image

Ho utilizzato 8 etti di farina, la mia mamma non metteva un uovo ogni etto di farina, come nella vicina Bologna. Aggiungeva alla farina e alle uova un po’ d’acqua.

image

Stenderla a strisce con l’apposita macchinetta e mettere a distanza regolare il ripieno. Con le mani mandar via l’aria fra tortello e tortello. Tagliare e, se necessario, chiudere meglio con i rebbi della forchetta.

imageimageimageimageimageimageimage

Se la pasta avanza, fare delle belle tagliatelle all’uovo.

image

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi di pasta a base di carne

Mezzi paccheri ai peperoni dolci misti di Sicilia

image

Ingredienti per due persone

180 g di mezzi paccheri

sei peperoni piccoli misti

image

5-6 pomodorini

image

Una cipolla bianca piccola

olio extra vergine d’oliva

pecorino romano

sale

(se l’avete o vi piace, un pezzettino di salsiccia)

Lavare e tagliare a rondelle la cipolla e i peperoni, mettere tutto in una padella e aggiungere l’olio (se si vuole utilizzare, aggiungere anche il pezzetto di salsiccia sbriciolata).

image

Aggiungere i pomodorini a pezzetti. Salare.

image

Lasciar cuocere finché non raggiunga la consistenza desiderata.

Io preferisco che tutto sia ben cotto e gli ingredienti si trasformino in una bella salsa.

Cuocere i mezzi paccheri. Scolarli e unirli alla salsa.

Aggiungere una bella grattata di pecorino romano e mischiare bene il tutto.

Servire.

image

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi di pasta a base di verdure