Archivi categoria: “Con ventiquattromila braciii…”

Insalata di pomelo, radicchio e gamberetti

Il pomelo è un grosso agrume originario della Cina. Sembra che negli ultimi mesi abbia “invaso” i supermercati del nostro Paese.

Ha un profumo delicato e gradevole, la buccia è liscia o/e verdina, la polpa va dal giallo paglierino al rosa fino al rosso ed è piuttosto asciutta; la parte bianca sotto la buccia è spugnosa e abbondante.

Ecco come si pulisce

La polpa, per essere mangiata, deve essere liberata dalla “pelle” che è abbastanza coriacea.

Per questa insalata la polpa del pomelo deve essere tagliata a pezzettini…

Si possono aggiungere degli spicchi di arancio spellati.

Uniamo dei gamberetti (surgelati o freschi senza carapace) bolliti per alcuni minuti.

Laviamo e tagliamo a fette molto sottili due finocchi e un piccolo cesto di radicchio rosso. Aggiungiamoli ad agrumi e gamberetti.

 

Condiamo tutto con olio extra vergine d’oliva, aceto balsamico, sale, pepe e arricchiamo con semi di zucca decorticati.

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Secondi di verdure

Totani in zimino

Ingredienti per due persone

 

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in secondi di pesce

Insalata di polpo 2

Dosi per quattro persone

Un polpo

un finocchio

due aranci

8 pomodorini di pachino

otto foglie di menta

carota, sedano e cipolla

olio extra vergine

sale e pepe

Lessare il polpo in acqua con carota, cipolla e sedano per 45/60 minuti e poi lasciarlo raffreddare nell’acqua di cottura.

Tagliare a pezzetti il polpo, affettare finemente il finocchio, spezzettare alcune foglie di menta, tagliare a fettine i pomodorini, sbucciare a vivo un arancio e dividere gli spicchi.

 

 

 

Mettere tutti gli ingredienti in una terrina e condire con un’emulsione di olio, succo d’arancia, sale e pepe.

Lascia un commento

Archiviato in "Con ventiquattromila braciii...", Secondi di mare

Insalata di polpo invernale al profumo d’arancia

Ingredienti per quattro persone

un polpo di circa un chilo

un arancio

un bicchiere di ceci lessati

una manciata di capperi dissalati

olive taggiasche

insalata trevigiana

un finocchio grosso

un piccolo ciuffo di prezzemolo

carota, sedano, cipolla, una punta di foglia d’alloro

olio extra vergine d’olivo

sale e pepe

Cuocere il polpo in acqua bollente con carota, sedano, cipolla e alloro per circa un’ora, lasciarlo poi raffreddare nell’acqua di cottura.

Tagliare a pezzetti il polpo, aggiungere i ceci, il finocchio tagliato, l’insalata trevigiana a pezzi, i capperi dissalati, le olive, il prezzemolo tritato grossolanamente, l’arancia tagliata a vivo (senza alcuna buccia) e

condire con un’emulsione di olio extra vergine d’oliva, succo d’arancia, sale e pepe.

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Secondi di mare

Polpette lenticchie, patate e mortadella

Durante le feste si cuociono sempre le lenticchie che, poi, inesorabilmente, avanzano sempre.

Potremmo utilizzarle per fare delle polpette.

Ingredienti

una decina di cucchiaiate di lenticchie cotte

due patate

due fette di mortadella

prezzemolo

pane grattato

un po’ di farina

olio extra vergine d’oliva

sale e pepe

(olio di semi)

Come si fa

Mettere in una terrina le lenticchie, le patate lessate e schiacciate, la mortadella e il prezzemolo tritati, un cucchiaio d’olio, il sale, il pepe e il pane grattato, quanto ne serve per rendere l’impasto abbastanza asciutto; mischiare tutti gli ingredienti.

Fare delle palline con le mani infarinate.

Se si vogliono cuocere in forno, bagnarle con l’olio d’oliva e infornarle a 180* finché non appaiono dorate.

Se si vogliono cuocere in padella, friggerle in abbondante e caldo olio di semi.

 

Lascia un commento

Archiviato in Secondi di verdure

Calamari ripieni 2…

Il calamaro ha le pinne disposte a rombo e arrivano fino alla metà del sacco

Ingredienti

2 calamari a persona

pane raffermo

prezzemolo

scorza di limone

un uovo

vino bianco

passata di pomodoro (o pomodori freschi maturi)

una cipolla piccola e/o uno spicchio d’aglio

un rametto di timo (o qualche foglia di menta)

olio extra vergine d’oliva

sale e pepe qb

Come si fa

Pulire i calamari, staccare le teste e le pinne, lavare bene tutto perché talvolta in fondo al sacco rimane della sabbia.

Eliminare gli occhi e il becco, tritare il resto insieme alle pinne.

Tritare anche il prezzemolo e la scorza di limone (se piace aggiungere anche un pezzetto di aglio).

Unire le parti tritate dei calamari al prezzemolo e alla scorza, aggiungere un uovo, il pane raffermo spezzettato, qualche fogliolina di timo, un cucchiaio di olio extra vergine, sale e pepe.

Riempire con questa farcia i sacchi e chiuderli con uno stecchino.

Bucare i sacchi con i rebbi della forchetta affinché durante la cottura non scoppino.

 

 

Affettare finemente la cipolla e il resto dell’aglio, farli rosolare con l’olio in padella.

Unire i calamari, bagnare con il vino bianco poi aggiungere qualche cucchiaio di passata di pomodoro (se piace, altrimenti si può finire la  cottura anche in bianco, in questo caso si possono mettere in forno).

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Secondi di mare

Caponata di verdure – Crostoni con la caponata

La caponata più classica è quella di melanzane, ma perché non utilizzare anche altre belle verdure tipiche dell’estate? Seguendo la ricetta originale ma usando più verdure ho ottenuto un piatto davvero gustoso.

Ingredienti per quattro persone

Una melanzana media

mezzo peperone giallo, mezzo verde e mezzo rosso

tre zucchini

una carota

un gambo di sedano

una cipolla bianca

una decina di pomodori datterini

capperi sott’aceto

olive nere o verdi senza nocciolo

olio extra vergine  d’oliva

foglie di basilico e origano fresche

mezza tazza di aceto bianco (la quantità può variare secondo i gusti)

un cucchiaio di zucchero

sale

Per i crostoni: fette di pane toscano, uno spicchio d’aglio, ricotta di pecora.

 

 

Ho pulito e lavato le verdure.

Le ho fatte a cubetti.

Ho messo in padella l’olio e quando è stato caldo ho aggiunto le melanzane.

Ho lasciato che “friggessero” poi ho aggiunto le zucchine, i peperoni, la carota e il sedano. Ho messo un po’ di sale.

Quando le verdure erano appena cotte ma risultavano ancora abbastanza croccanti le ho tolte dalla padella con una schiumarola.

Nell’olio rimasto ho messo la cipolla tagliata a cubetti e l’ho lasciata cuocere alcuni minuti.

Ho poi aggiunto i pomodori datterini tagliati a metà, le olive e i capperi.

Li ho fatti cuocere un po’ insieme.

Ho aggiunto alcune foglie di basilico e di origano fresche…

… un cucchiaio di zucchero e mezza tazza di aceto.

Ho unito le verdure che avevo tolto, ho lasciato sfumare l’aceto, ho controllato se il sale era sufficiente e ho lasciato insaporire gli ingredienti.  Dopo pochi minuti la caponata di verdure era pronta!

Ho grigliato alcune fette di pane toscano, alcune le ho strusciate con uno spicchio d’aglio, altre le ho spalmate con della ricotta di pecora e poi le ho ricoperte tutte con la caponata.

Sono due soluzioni che mi sono sembrate particolarmente gustose.

 

Lascia un commento

Archiviato in ...tutti le chiamano bruschette..., Crostini e crostoni, Secondi di verdure

Paccheri/pasta tipo calamarata al sugo di baccalà-1

image

Ingredienti per una persona

150 g (o più) di baccalà dissalato

uno spicchio d’aglio

olio extra vergine d’oliva

vino bianco

3-4 pomodori ciliegino

salvia

una manciatina di pinoli

una manciatina di capperi salati

peperoncino o olio piccante

sale

image

Tenere un paio di giorni il baccalà in acqua, cambiata diverse volte, a dissalare.

Dorare i pinoli.

Mettere in una padella, a fuoco basso, l’aglio spezzettato con l’olio.

Appena inizia a imbiondire, aggiungere il baccalà tagliato a pezzetti.

Saltarlo per alcuni minuti e sfumare con il vino bianco.

image

Unire la salvia, i pomodorini e, poco dopo, i capperi dissalati.

Se non abbiamo l’olio piccante da unire alla fine a crudo, mettere un po’ di peperoncino.

Far cuocere. Se asciuga troppo bagnare con un altro po’ di vino o dell’acqua calda.

image

Nel frattempo buttare la pasta.

Scolarla e metterla in padella.

image

Impiattarla e spargere i pinoli sopra la pasta.

imageimageimageimage

Un mazzolino di bucaneve per la mia amica Nuvola che mi ha suggerito quest’ottima ricetta! Grazie

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi a base di pesce, molluschi, crostacei, Secondi di carne di manzo

Peperoni piccoli ripieni

image

 Con gli ingredienti classici per i ripieni utilizzati dalle donne della mia famiglia di possono fare molte verdure al forno.

Carne macinata, manzo e/o maiale; formaggio grana; un uovo; bietola lessata; ricotta o mollica di pane bagnata nel latte; sale.

image

Peperoni (da qualche tempo per farli ripieni utilizzo quelli piccoli che cuociono bene e più velocemente).

image

Mischiare tutti insieme gli ingredienti e riempire i peperoni.

imageimage

Condire con un filo d’olio e mettere in forno a 180′, finché i peperoni non risultino ben cotti.

Lascia un commento

Archiviato in "Con ventiquattromila braciii...", Secondi di carne di maiale, Secondi di carne di manzo, Secondi di verdure

Vitella ai sette sapori

image

È una ricetta a base di carne della mia infanzia. Andava per la maggiore perché era servita sulla tavola della Pensione Rosa, un piccolo albergo del mio paese dove, chi poteva, veniva a villeggiare in montagna dalle città vicine, soprattutto da Firenze. Negli anni cinquanta e sessanta arrivavano con le valigie in pullman o in taxi e rimanevano quassù anche un mese. Davvero altri tempi!

Ingredienti

Un girello di vitella (circa 1 kg)

image

una cipolla

due spicchi d’aglio

due/tre acciughe sotto sale

capperi

un cucchiaio d’aceto

burro

latte

Legare il girello, affinché tenga la forma, e metterlo dentro un tegame con tutti gli altri ingredienti.

Lasciar cuocere per un paio d’ore.

image

Togliere la carne, lasciarla freddare e poi tagliarla a fette sottili.

image

Frullare il sugo della pentola.

image

Mettere la carne a strati, bagnati dal sughetto, nel piatto di portata.

image

Lascia un commento

Archiviato in "Con ventiquattromila braciii...", Secondi di carne di manzo