Archivi categoria: Secondi di carne di maiale

Peperoni piccoli ripieni

image

 Con gli ingredienti classici per i ripieni utilizzati dalle donne della mia famiglia di possono fare molte verdure al forno.

Carne macinata, manzo e/o maiale; formaggio grana; un uovo; bietola lessata; ricotta o mollica di pane bagnata nel latte; sale.

image

Peperoni (da qualche tempo per farli ripieni utilizzo quelli piccoli che cuociono bene e più velocemente).

image

Mischiare tutti insieme gli ingredienti e riempire i peperoni.

imageimage

Condire con un filo d’olio e mettere in forno a 180′, finché i peperoni non risultino ben cotti.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in "Con ventiquattromila braciii...", Secondi di carne di maiale, Secondi di carne di manzo, Secondi di verdure

Cavolo nero con le salsicce

In passato, in montagna, durante la stagione invernale c’erano, a disposizione delle famiglie, il cavolo nero e le rape, buoni da mangiare quando avevano preso una “ghiacciata”. Con questi ingredienti, separatamente o insieme, si mangiavano le salsicce

image

Di solito metto nel campo i cavoli neri al posto dei fiori ma quest’anno, con tutta la pioggia che è caduta d’estate, li ho piantato così tardi che non hanno fatto in tempo a crescere… Ma un’anima buona me ne ha dati un po’ già cotti! Grazie Gianfranco! 🙂

Ingredienti per due persone

Una palla di cavolo nero già lessata

(o un cavolo nero da cuocere, beh, secondo le dimensioni… Ma quando è lessato, se è troppo, si può congelare. Per cuocerlo è necessario staccare la parte verde scuro della foglia dal gambo duro e dai filamenti più coriacei e lavarlo bene. Successivamente, lessarlo in acqua leggermente salata, lasciarlo raffreddare ed infine strizzarlo, facendone delle palle)

aglio

olio extra vergine d’oliva

salsicce

sale

image

Cuocere le salsicce in padella con un po’d’olio e dell’aglio.

Nel frattempo, prendere il cavolo nero (o le rape), lessato e strizzato, e tritarlo sul tagliere con la mezzaluna.

imageimage

Quando sono cotte, togliere dalla padella le salsicce e metterle da parte. Far “saltare” il cavolo in padella con il sughetto lasciato dalle salsicce.

Lo considero pronto (ma questo è veramente un gusto personale) quando il cavolo (o le rape) fanno un po’ di crosticina.

image

Unire al cavolo le salsicce e lasciare insaporire per qualche minuto.

image

È buono servito con pane toscano e e del buon Chianti! 🙂

Lascia un commento

Archiviato in "Con ventiquattromila braciii...", Secondi di carne di maiale

Filetto di maiale nel pane, cotto in forno

Anche questa è una di quelle ricette che facevano le donne di casa mia. Il costo è contenuto, gli ingredienti erano e sono facilmente reperibili  e riportano sempre con la mente al passato… il maiale, il pane, gli “odori”.

Ingredienti per due persone di bocca buona.

Un filetto di maiale di circa 4 etti;

una salsiccia toscana;

3/4 fette di pancetta stesa (dalla macelleria e non dal reparto salumi);

un filoncino della stessa misura del filetto (si vede a occhio!);

aglio, ramerino, salvia, sale e pepe.

Spago per cucinare.

Patate per il contorno.

image

Come faccio

Prendo il filoncino e lo taglio a metà, lo svuoto dalla mollica.

imageimage image

Salo e metto il pepe al filetto di maiale, lo appoggio sulla metà inferiore del filoncino. Nell’altra metà sistemo la salsiccia. Aggiungo un po’ di aglio tritato. Unisco le due parti.

image image

Preparo le fette di pancetta stesa, tolgo un po’ di grasso se lo ritengo eccessivo, metto sale e pepe. Le sistemo intorno al filoncino.

image image

Comincio a chiudere con lo spago da cucina, inserisco foglie di salvia e rosmarino. Finisco di legare il filoncino e lo metto in una teglia da forno leggermente oleata. Giro nell’olio il pezzo pronto e lo infilo in forno preriscaldato a 180° (ma ognuno conosce il proprio forno e quindi la temperatura può variare). Io uso la funzione un po’ grill e un po’ ventilato.

image image image

Dopo qualche minuto aggiungo le patate (precedentemenete pulite e tenute un’oretta in acqua e sale), salate, pepate e condite con olio e odori. Continuo la cottura per circa un’ora, controllando e girando il filetto di tanto in tanto affinchè risulti ben cotto su tutti i lati.

image

A cottura quasi ultimata lo taglio a fette alte, così controllo meglio se è cotto o no. Se è ancora troppo rosato lo rimetto qualche minuto in forno.

 imageimage

Il risultato è sempre buono!

1 Commento

Archiviato in "Con ventiquattromila braciii...", Secondi di carne di maiale