Archivi tag: Calamari

Linguine al nero di seppia con sugo di molluschi e crostacei

Ingredienti per sei persone

Mezzo chilo di linguine al nero di seppia

un chilo di vongole

6 scampi

4 etti di gamberetti

4 etti di calamari

3 etti di seppie

prezzemolo, peperoncino, timo e aglio

10 pomodori ciliegino

olio extravergine d’oliva

vino bianco

sale grosso e sale fino

Mettere le vongole a spurgare in acqua e sale per alcune ore. Cambiare l’acqua, più volte e verificare che le vongole siano pulite. Mettere in una padella gambi di prezzemolo, aglio e olio poi unire le vongole, coprire e farle aprire.

Pulire e lavare scampi e gamberetti. Togliere il carapace a metà dei gamberetti e le zampette agli altri.

Lavare bene seppie e calamari, tagliarli a  striscioline.

Mettere a scaldare l’acqua per la pasta. Salarla.

In una grande padella porre gambi di prezzemolo, timo, aglio tritato e olio, far scaldare e poi unire seppie e calamari; dopo 5 minuti unire anche gli scampi e i gamberi con il carapace; infine aggiungere i gamberetti puliti, il peperoncino e i pomodorini a pezzetti. Bagnare con il vino bianco.

Togliere le vongole da due terzi dei gusci e metterle in padella. Filtrare il sughetto delle vongole e incorporarlo al sugo. Aggiustare il sale.

Cuocere la pasta e, quando è ancora al dente, scolarla e buttarla in padella.

Farla insaporire, aggiungere del prezzemolo fresco tritato, le vongole con il guscio e servire.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi a base di pesce, molluschi, crostacei

Calamari ripieni 2…

Il calamaro ha le pinne disposte a rombo e arrivano fino alla metà del sacco

Ingredienti

2 calamari a persona

pane raffermo

prezzemolo

scorza di limone

un uovo

vino bianco

passata di pomodoro (o pomodori freschi maturi)

una cipolla piccola e/o uno spicchio d’aglio

un rametto di timo (o qualche foglia di menta)

olio extra vergine d’oliva

sale e pepe qb

Come si fa

Pulire i calamari, staccare le teste e le pinne, lavare bene tutto perché talvolta in fondo al sacco rimane della sabbia.

Eliminare gli occhi e il becco, tritare il resto insieme alle pinne.

Tritare anche il prezzemolo e la scorza di limone (se piace aggiungere anche un pezzetto di aglio).

Unire le parti tritate dei calamari al prezzemolo e alla scorza, aggiungere un uovo, il pane raffermo spezzettato, qualche fogliolina di timo, un cucchiaio di olio extra vergine, sale e pepe.

Riempire con questa farcia i sacchi e chiuderli con uno stecchino.

Bucare i sacchi con i rebbi della forchetta affinché durante la cottura non scoppino.

 

 

Affettare finemente la cipolla e il resto dell’aglio, farli rosolare con l’olio in padella.

Unire i calamari, bagnare con il vino bianco poi aggiungere qualche cucchiaio di passata di pomodoro (se piace, altrimenti si può finire la  cottura anche in bianco, in questo caso si possono mettere in forno).

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Secondi di mare

Calamari in guazzetto

image

Ingredienti per due persone

sei etti di calamari

un cipollotto fresco

uno spicchio d’aglio

prezzemolo e timo

un pomodoro maturo

vino bianco

olio extra vergine d’oliva

sale

image

Pulire, lavare e fare a rondelle il sacco dei calamari, togliere il becco duro.

Tagliare a fettine il cipollotto e pezzettini lo spicchio d’aglio; metterli in padella con l’olio. Quando la cipolla è leggermente imbiondita aggiungere i calamari, il timo e il prezzemolo. Bagnare con un po’ di vino.

Unire il pomodoro fatto a pezzetti e privato dalla buccia, salare.

Girare e far cuocere per circa mezz’ora, nel frattempo si sarà formato sul fondo un sughetto denso. Durante la cottura se il sugo si addensa troppo aggiungere un  goccio d’acqua.

image

image

Lascia un commento

Archiviato in "Con ventiquattromila braciii...", secondi di pesce

Pasta di mare con fiori di zucca

Per fare un sughetto di pesce mi faccio ispirare da quello che vedo dal pescivendolo la mattina.

image

Oggi ho comprato, per due persone, due scampi, due spannocchi (o mazzancolle), quattro calamari, una decina di fiori di zucca.

Poi ho preso prezzemolo, timo, peperoncino, aglio, scorza di limone, vino bianco, 180 grammi di spaghettini, sale, olio extra vergine d’oliva.

Preparazione

image

Ho pulito e lavato i molluschi e i crostacei.

image

Ho tolto il pistillo ai fiori, ho lavato il pomodoro e i fiori.

image

Ho lavato il timo e il prezzemolo.

image

Ho messo in una padella l’olio, la scorza di limone, i gambi del prezzemolo, due peperoncini, due agli a pezzetti ed ho messo sul fuoco.

 Ho aggiunto i frutti di mare e poi un po’ di pomodoro,

image

…il timo, il prezzemolo e successivamente i fiori.

image

Cotta la pasta al dente l’ho saltata in padella.

Ho decorato con un fiore, il prezzemolo e il basilico.

image

image

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi a base di pesce, molluschi, crostacei

Crostini di calamari e gamberi

Questi crostini sono particolarmente buoni se fatti utilizzando come pane una “frusta” (un filoncino?), pane bianco all’olio.

Ci servono:

4/5 calamari;

7/8 code di gambero;

aglio, prezzemolo, timo;

uovo e pangrattato;

olio extra vergine d’oliva;

pane bianco all’olio (frusta? filoncino?);

sale e pepe.

 

Come si fa

Tagliare il pane a fette un po’ alte,  almeno un paio di centimetri, da una parte togliere un pizzico di mollica e metterle ad abbrustolire. Se dimentico di prendere la frusta uso il solito pane toscano ma, in questo caso, lo affetto e non tolgo la mollica.

Pulire e lavare sia i gamberi che i calamari, tritarli.

image

Aggiungere il prezzemolo, l’aglio e il timo tritati e mischiare.

Unire il pangrattato. Si può usare quello già pronto ma, se si avesse tempo, sarebbe meglio passare al mixer del pane raffermo ed utilizzare quello.

Mettere l’uovo e mischiare. Prima di aggiungere l’uovo, quando me lo ricordo, cuocio per qualche minuto il composto in padella perché, mettendone una quantità  abbondante sul pane, l’effetto finale è migliore: cuoce meglio l’interno e l’esterno rimane più morbido.

Salare, senza esagerare, e pepareimage

          imageMettere in forno a 180* ; per quanto riguarda il tempo, questo varia secondo il forno che ciascuno ha ma, diciamo, che quindici/venti minuti sono sufficienti.

                                        image

Lascia un commento

Archiviato in Antipasti, Crostini e crostoni

La mia carbonara di pesce!

La pasta allo scoglio mi viene sempre bene, soprattutto perché ci metto tanti crostacei e molluschi… A volte ci metto anche del pesce, che quando è cotto  si sfalda e fa un bel “fondo” per il sughetto.

Facendo la carbonara ho sempre un po’ di preoccupazione perchè l’uovo che rimane sul fondo non mi piace affatto! E, a volte, mi è capitato :-(((

Ingredienti per 4 persone

un po’ di muscoli

vongole

3 piccole seppie

qualche moscardino

alcuni calamari

gamberi e/o code di gamberi

(se si trovano: canocchie o cihale di mare,  arselle, scampi, totani,… insomma ci si può mettere icchè  si trova fresco dal pesciaio)

aglio, timo, prezzemolo, peperoncino

olio extra vergine d’olivo

vino bianco

4 uova fresche

pomodorini freschi  maturi

320 grammi di linguine.

Come di fa:

laviamo i frutti di mare.

Facciamo particolare attenzione ai muscoli e alle vongole che, per sicurezza, possono essere aperti prima, separatamente, in un po’ d’acqua, vino, olio e aglio. Eliminiamo poi alcuni gusci.

Puliamo e laviamo gli altri molluschi e crostacei e facciamoli a pezzetti.

image

Mettiamoli in padella con olio, timo, prezzemolo e aglio; iniziamo la cottura.

Aggiungiamo i frutti di mare già aperti.

image

Mettiamo i pomodorini freschi.

image

Intanto rompiamo le quattro uova e sbattiamole in un piatto; aggiungiamo il prezzemolo.

image

Quando la pasta è cotta, buttiamola nella padella e a mischiamo in modo omogeneo con il sugo di pesce. Alla fine rovesciamo l’uovo sulla pasta e mantechiamo.

Se siete coraggiosi fatelo fuori dal fuoco cosicché la pasta rimanga bella lucida… Io, che non lo sono, tendo a farlo velocemente sul fuoco… Sigh! La pasta non viene perfetta come vorrei… Ma almeno non si rischia di vedere l’uovo sul fondo! 🙂

image

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi a base di pesce, molluschi, crostacei

Calamari vino bianco e timo

Per quattro persone prendere:

7 etti  di calamari

timo

prezzemolo

aglio

peperoncino

olio extra vergine d’oliva

vino bianco.

Come si fa:

pulire e lavare i calamari;

metterli in padella con olio, timo, aglio, un peperoncino e prezzemolo.

image

Saltarli aggiungendo del vino bianco.

Dieci minuti e il piatto è pronto!

image

Mi piace molto cucinare i calamari anche tagliati ad anelli

image

image

È un piatto semplice (come piace a me), poco appariscente ma il sughetto che ne viene fuori ha il sapore del mare!

Lascia un commento

Archiviato in "Con ventiquattromila braciii...", Secondi di mare