Archivi tag: olio extra vergine d’oliva

Farfalle asparagi, agretti e bottarga

Ingredienti per due persone

170 g di farfalle

10 asparagi

una manciata di agretti

mezza cipolla

10 pomodori datterini

olio extra vergine d’oliva

bottarga di muggine

un goccio di vino bianco

sale e, se piace, un pizzico di peperoncino

 

Affettare finemente la cipolla e metterla in padella con l’olio; aggiungere gli asparagi, tagliare le punte e fare a piccoli pezzi il resto dell’asparago.

Mettere il goccio di vino bianco; unire, prima, gli agretti puliti e, poi, i pomodorini tagliati a pezzi.

Portare ad ebollizione nel frattempo l’acqua e cuocere la pasta. Scolarla, unirla al sugo in padella con un po’ di bottarga. Impiattare e decorare il piatto con una pizzico di bottarga.

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi di pasta a base di verdure

Antichi Mangiari: I MATTUGI, minestra di cavolo nero e farina di mais

Ingredienti

un cavolo nero
400 g di fagioli borlotti
3 patate
3 carote
un gambo di sedano
una cipolla
500 g di farina di mais
olio extra vergine d’oliva
aglio
ramerino

Come si fa

La sera prima mettere a bagno i fagioli borlotti in una bacinella piena d’acqua.
Fare un soffritto con aglio e ramerino, tagliare a pezzetti le verdure e unirle al soffritto, aggiungere un po’ d’acqua e lasciar cuocere. Dopo circa mezz’ora aggiungere la farina di mais e lasciar cuocere. Se necessario, aggiungere altra acqua calda.
Servire caldo oppure lasciar raffreddare in un piatto.
Se ne avanza, tagliare la polenta con le verdure a strisce di tre centimetri e friggere nell’olio.

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Minestre e farinate con legumi e cavolo, Vecchi Mangiari

Insalata di polpo invernale al profumo d’arancia

Ingredienti per quattro persone

un polpo di circa un chilo

un arancio

un bicchiere di ceci lessati

una manciata di capperi dissalati

olive taggiasche

insalata trevigiana

un finocchio grosso

un piccolo ciuffo di prezzemolo

carota, sedano, cipolla, una punta di foglia d’alloro

olio extra vergine d’olivo

sale e pepe

Cuocere il polpo in acqua bollente con carota, sedano, cipolla e alloro per circa un’ora, lasciarlo poi raffreddare nell’acqua di cottura.

Tagliare a pezzetti il polpo, aggiungere i ceci, il finocchio tagliato, l’insalata trevigiana a pezzi, i capperi dissalati, le olive, il prezzemolo tritato grossolanamente, l’arancia tagliata a vivo (senza alcuna buccia) e

condire con un’emulsione di olio extra vergine d’oliva, succo d’arancia, sale e pepe.

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Secondi di mare

Risotto zucca, porro e formaggi

 

Ingredienti per due persone

Due etti di riso arborio

mezzo porro

3 etti di zucca (pulita)

due cucchiai di mascarpone

due cucchiai di gorgonzola

brodo vegetale

una noce di burro

olio extravergine d’oliva

Come si fa

Lavare e tagliare a fettine il porro, metterlo a rosolare con olio e burro.

Aggiungere il riso e farlo tostare per un minuto, poi iniziare a bagnarlo con il brodo.

Dopo un paio di minuti unire la zucca tagliata a pezzetti di varie dimensioni e continuare a girare il composto.

Un minuto prima che il riso sia giunto a cottura unire i formaggi e mantecare.

 

 

 

 

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Risotti

Risotto con salsiccia e taleggio

Ingredienti per due persone

2 etti di riso arborio

due salsicce fresche

un etto di taleggio

una piccola cipolla

mezzo bicchiere di vino bianco

brodo di carne

una noce di burro

olio extravergine d’oliva

sale e pepe

Tritare la cipolla, metterla in pentola con l’olio e la noce di burro; farla imbiondire; unire la salsiccia pulita dalla pellicina e spezzettata; farla rosolare.

Aggiungere il riso, farlo tostare, bagnare con il vino e lasciarlo sfumare.

Iniziare a bagnare con il brodo, poco alla volta,  girando costantemente il riso.

Quando il risotto è giunto quasi a cottura unire il taleggio tagliato a piccoli pezzi e mantecare.

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Risotti

Al contadino non far sapere quanto è buono il cacio con le pere… Risotto formaggio e pere

Ingredienti per una persona

Con taleggio

Con il Brie

70 g di taleggio o Brie

20 g di parmigiano grattugiato

mezza pera abate

un piccolo scalogno

mezzo bicchiere di riso arborio (circa 90 g)

due noci

timo

una noce di burro

olio extra vergine d’oliva

brodo vegetale

un po’ di vino bianco.

 

Tritare lo scalogno e farlo imbiondire sul fuoco con una piccola noce di burro e olio extra vergine d’oliva.

Aggiungere e far tostare il riso. Bagnarlo con il vino poi continuare con il brodo vegetale, un ramaiolo alla volta. Girare costantemente il riso.

Dopo cinque minuti unire la mezza pera tagliata a pezzetti (da valutare la consistenza del frutto, se è abbastanza maturo si può mettere a metà cottura del riso).

A fine cottura unire il taleggio e il parmigiano, mantecare.

Impiattare e decorare con le noci tritate e il timo.

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Risotti

Vecchi mangiari: il PAGNONE

7F9C28F5-D191-4F6C-8788-C07873517D83Pagnone (pammolle)

Per non buttare via nulla e riutilizzare il pane raffermo.

BC42756A-D106-4172-A958-6170EF31E098

 

Ingredienti
2 fette di pane toscano alte circa due cm
olio extra vergine d’oliva
formaggio grattato (Pecorino? Grana?)
acqua e sale (o brodo caldo)

7F9C28F5-D191-4F6C-8788-C07873517D83

Come si fa
Far bollire l’acqua con il sale, se ci fosse andrebbe bene anche un buon brodo di carne o verdure.

507BDFA6-0CB6-4E34-BD71-8C3BEC16573D

Quando l’acqua bolle, spengere ed immergervi, per due minuti, le fette di pane.
Scolare, sistemare le fette in un piatto e condire con olio e formaggio

85749AC9-997B-49A3-9105-CAF20C95EEF4

104A9955-2BAF-4DE7-BED8-EAFC924747E6

Il Pagnone con l’uovo

di nonno Alberto

INGREDIENTI
Pane raffermo
brodo
olio extra vergine d’oliva
sale
parmigiano grattugiato, ma prima si usava il pecorino.
un uovo

Come si fa
Mettere il pane raffermo in un piatto; aggiungere del brodo caldo.
Rompere l’uovo e buttarlo nel brodo (l’albume si rapprende con il caldo).
Condire con olio e formaggio.

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Minestre e farinate con legumi e cavolo, Primi veloci, Vecchi Mangiari

Linguine con zucchini e capesante

Ingredienti per due persone

2-3 capesante a persona, secondo le dimensioni

due zucchini

(qualche fiore di zucca)

uno scalogno o una piccola cipolla bianca

brodo di pesce

prezzemolo

pane grattato

olio extra vergine d’oliva

160/180 g di linguine o spaghetti

Tagliare a strisce lo scalogno e gli zucchini (come si preferiscono, o a fili o a rondelle sottili) e metterli a cuocere in padella con un po’ d’olio.

Unire, se piace, qualche fiore di zucca e le capesante tagliate a cubetti piccoli.

Lasciar cuocere per alcuni minuti, bagnando con un po’ di vino bianco.

Quando il vino sarà sfumato, spegnere il fuoco e bollire la pasta.

In una piccola padella mettere un goccio d’olio e un po’ di pane grattato bagnato e farlo gratinare (per riprodurre la gratinatura tipica delle capesante al forno).

Tritare qualche foglia di prezzemolo.

Quando mancano pochi minuti alla cottura della pasta, scolarla e metterla nel condimento con le capesante e terminare la cottura con il brodo di pesce. Aggiustare il sale.

Infine impiattare e decorare con il pane e il prezzemolo.

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi a base di pesce, molluschi, crostacei

Colatura di alici!

Tormentone dell’estate 2016 è stata la COLATURA DI ALICI!

Che scoperta e che bontà!

La colatura di alici di Cetara è prodotta seguendo l’antica lavorazione (con alici, sale e acqua) dei pescatori di quel piccolo paese campano.

Pare che abbia origine antichissime, infatti si dice che fosse già prodotta ai tempi degli antichi romani.

Ma la cosa più interessante è che in pochi minuti e senza fatica possiamo preparare un’ottima e saporita pasta.

La ricetta base è molto semplice:

Un cucchiaio di colatura, due cucchiai di olio extra vergine d’oliva a persona; prezzemolo, peperoncino e aglio tritato quanto basta. Spaghetti o linguine.

image image

Appena la pasta è cotta (non mettere sale nell’acqua perché la colatura è molto sapida), scolarla e unirla al condimento.

Se si vuol far “prendere bene” il condimento, saltare per un minuto la pasta sul fuoco.

A questa pasta già buona si può sostituire il prezzemolo con il basilico.

image

Oppure, prima di servirla, si può buttare sulla pasta un trito di frutta secca (noci, pinoli, pistacchi, anacardi, mandorle, …)

Le diverse consistenze degli ingredienti sono molto gradevoli.

imageimageimage

Si possono unire dei pomodorini

image

oppure un po’ di succo e scorza di limone

image

o anche delle vongole.

In questo caso ho fatto aprire le vongole in padella con un po’ d’olio e vino bianco poi, a freddo, ho aggiunto gli ingredienti classici (colatura, olio, aglio, prezzemolo e peperoncino).

Il risultato è veramente ottimo.

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi a base di pesce, molluschi, crostacei, Primi veloci

Pasta con taccole, patate e bottarga

image

Ingredienti per una persona

pasta, caserecce 80 g

10 fagioli taccole/piattoni/schiaccioni

una patata piccola

un piccolo spicchio d’aglio

peperoncino

un cucchiaino di bottarga

olio extra vergine d’oliva

sale

image

Se i fagiolini sono già cotti farli saltare in padella con aglio, olio e peperoncino, altrimenti metterli a cuocere nell’acqua della pasta e preparare aglio, olio e peperoncino a parte.

Far bollire l’acqua, mettere prima i fagiolini e, quando sogno cotti, buttare la pasta e unire la patata fatta a piccoli pezzi.

Scolare, mettere pasta, patata e fagiolini, in padella con olio, aglio e peperoncino.

Mettere il cucchiaino di bottarga sulla pasta e impiattare.

image

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi di pasta a base di verdure