Archivi tag: pasta

Mezzi paccheri ai peperoni dolci misti di Sicilia

image

Ingredienti per due persone

180 g di mezzi paccheri

sei peperoni piccoli misti

image

5-6 pomodorini

image

Una cipolla bianca piccola

olio extra vergine d’oliva

pecorino romano

sale

(se l’avete o vi piace, un pezzettino di salsiccia)

Lavare e tagliare a rondelle la cipolla e i peperoni, mettere tutto in una padella e aggiungere l’olio (se si vuole utilizzare, aggiungere anche il pezzetto di salsiccia sbriciolata).

image

Aggiungere i pomodorini a pezzetti. Salare.

image

Lasciar cuocere finché non raggiunga la consistenza desiderata.

Io preferisco che tutto sia ben cotto e gli ingredienti si trasformino in una bella salsa.

Cuocere i mezzi paccheri. Scolarli e unirli alla salsa.

Aggiungere una bella grattata di pecorino romano e mischiare bene il tutto.

Servire.

image

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi di pasta a base di verdure

Pasta con bietola, carota e patata

image

Ingredienti per due persone

160 g di pasta, preferibilmente grande e corta

(pacchetti, calamarata,…)

una patata

una carota

image

un mazzetto di bietola

uno spicchio d’aglio

olio extravergine d’oliva

(peperoncino e due pomodorini a piacere)

sale

(parmigiano o grana grattugiato)

image

Lavare e mettere a lessare la bietola.

Nel frattempo pulire l’aglio, la carota e la patata.

Tritare l’aglio e metterlo in padella con l’olio, aggiungere la patata e la carota tagliate a pezzettini e lasciar cuocere per alcuni minuti, aggiungendo un po’ d’acqua, se necessario.

Togliere dall’acqua la bietola, farla a striscioline e metterla in padella con gli altri ingredienti, salare e, se piace unire i due pomodorini a pezzetti e il peperoncino; lasciare ad insaporire.

image

Mettere la pasta nella pentola dove abbiamo cotto la bietola; quando è pronta scolarla e saltarla in padella. A piacere condire con il formaggio.

imageimage

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi di pasta a base di verdure

Pasta con cavolo nero e pomodoro

imageimageimage

Ingredienti per due persone

170 g di caserecce

8 foglie di cavolo nero

uno spicchio d’aglio

6-7 pomodorini

olio extra vergine d’oliva

parmigiano o grana

peperoncino

sale

image

Pulire, togliendo la costola centrale, e lavare le foglie di cavolo.

image

Tagliare le foglie a striscioline poi metterle a cuocere nell’acqua dove, successivamente, verrà aggiunta la pasta.

Spezzettare lo spicchio d’aglio, metterlo in padella con l’olio, farlo ammorbidire; aggiungere il pomodorini spezzettati e privati della buccia.

image

Salare e aggiungere il peperoncino.

Quando la pasta, con il cavolo, è cotta, scolarla e unirla ai pomodorini in padella.

image

Se piace, unire anche il formaggio.

image

Lascia un commento

Archiviato in Primi di pasta a base di verdure

Pasta con verdure avanzate…

Avevo un finocchio che non sapevo come utilizzare, ho provato a tirarci fuori un primo piatto alle verdure… Non male il risultato!

image

Ingredienti per due persone

160 g di pasta a piacere

un finocchio

due carote piccole

un pezzo di gambo di sedano

una piccola cipolla

un aglio

sale e pepe (o peperoncino)

olio extra vergine d’oliva

parmigiano o grana

image

Ho tagliato a fette sottili il finocchio, le carote e le altre verdure poi le ho messe a cuocere lentamente  con l’olio in padella, girandole spesso affinché non “attaccassero”.

Ho cotto la pasta, l’ho scolata e l’ho aggiunta alle verdure.

L’ho fatta insaporire per alcuni minuti, l’ho messa nei piatti, ho aggiunto il formaggio e l’ho decorata con il pepe e un ciuffetto di finocchietto, si può utilizzare anche la foglia, quella più delicata, del finocchio ma non ne avevo.

image

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi di pasta a base di verdure

Pasta con cime di rapa, bottarga e vongole

Prima ho sostituito, alla ricetta classica con le orecchiette, le acciughe con la bottarga… Poi ho provato ad aggiungere le vongole. Il risultato in entrambi i casi è ottimo. Ah! Ho cambiato anche la pasta! 🙂

image

Con vongole veraci fresche o, anche, vongole in guscio surgelate.

Ho sostituito le orecchiette con le linguine o le tagliatelle all’uovo.

Ingredienti per due persone

160 g di pasta

aglio e peperoncino

imageimage

olio extra vergine d’oliva

vino bianco

due manciate di cime di rapa pulite

bottarga di tonno

6/7 etti di vongole

sale

image

Queste erano vongole veraci fresche, le ho messe a spurgare per alcune ore e poi le ho fatte aprire in una pentola con olio, aglio, peperoncino e vino bianco. Ho tolto un po’ di gusci, ho filtrato il sughetto e poi le ho aggiunte in padella all’olio, profumato con aglio e peperoncino.

image

Queste invece erano surgelate e le ho fatte aprire direttamente in padella con olio, aglio, peperoncino; poi le ho insaporite col vino bianco. Ho salato.

image

In entrambi i casi ho aggiunto due cucchiaini di bottarga, per farla ammorbidire e unire meglio al condimento.

image

Intanto avevo messo nella pentola, dove poi ho cotto anche la pasta, le cime di rapa.

image

Sbollentate le verdure, ho aggiunto la pasta e l’ho portata quasi a cottura.

L’ho scolata insieme alle cime di rapa, “buttata” in padella e fatta saltare.

Ecco il risultato con le linguine e con le tagliatelle.

image

image

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi a base di pesce, molluschi, crostacei, Primi di pasta a base di verdure, Senza categoria

Pasta con la ricotta

image

Ingredienti per due persone

160 g di pasta

3/4 cucchiai di ricotta (di mucca)

sale, pepe, olio extra vergine d’oliva

In una terrina mettere tutti gli ingredienti e mischiare bene con una forchetta.

image

image

Unire la pasta e servire.

image

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", S.O.S Studenti Fuori Sede, S.O.S. Studenti fuori sede-Pasta

Pasta al tonno fresco e radicchio rosso

La metà della settimana, relativamente al cibo, è il periodo che preferisco perché vado al mercato e compro il pesce fresco!

Oggi ho provato a preparare un primo a base di tonno e, avendolo in casa, ho pensato di aggiungerci del radicchio rosso trevigiano… l’esperimento sembra riuscito. 

Ingredienti per due persone

170 grammi di pasta corta;

una fetta di tonno di circa 150 grammi;

radicchio rosso trevigiano (ma credo possa andar bene anche quello di Chioggia);

scorza di limone;

un piccolo scalogno;

uno spicchio d’aglio;

timo;

due cucchiai di olio extra vergine d’oliva;

vino bianco, una spruzzata;

sale e pepe.

image

Come ho fatto:

ho lavato il tonno e l’ho fatto a pezzettini piuttosto piccoli.

Ho lavato e asciugato mezzo cespo di radicchio e il limone. Ho pulito lo scalogno e l’aglio. Ho messo l’acqua per la pasta.

Ho tritato l’aglio, lo scalogno e un po’ di scorza di limone e poi ho messo il trito in padella con l’olio. L’ho lasciato un po’ appassire poi ho dovuto aggiungere un po’ d’acqua calda per non farlo abbrustolire.

Ho aggiunto il tonno, il timo e il radicchio tagliato a listarelle, ho bagnato il tutto con una spruzzata  di vino bianco.

image

L’ho fatto “andare” per qualche minuto. Il tonno non deve cuocere molto perché rischia di diventare duro, io comunque assaggio sempre per sicurezza.

Ho aspettato che la pasta fosse cotta al dente, l’ho scolata e buttata in padella, dove l’ho fatta saltare sul fuoco con il suo sughetto. Alla fine ho aggiunto una macinata di pepe in grani.

image

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi a base di pesce, molluschi, crostacei

Pasta e fagioli

Dosi per due persone

Circa 3 etti di fagioli bianchi, cannellini o di Sorana; 1 carota piccola, mezza cipolla, aglio e un pezzettino di sedano; qualche foglia di salvia e un rametto di rosmarino; un paio di cucchiai i passata di pomodoro o un pomodoro fresco; olio extra vergine d’oliva; pepe e sale; 1 litro di brodo.

image

Preparazione

Tenere in ammollo per  una nottata i fagioli.

Lessarli insieme ad alcune foglie di salvia e uno spicchio d’aglio.

Tritare carota, cipolla, sedano e aglio e metterli a soffriggere dolcemente nell’olio d’oliva extra vergine .

Aggiungere la salvia, il rosmarino e i fagioli lessati e lasciarli insaporire, aggiungendo del brodo quando necessario. Unire il pomodoro privo di buccia o i due cucchiai di passata e lasciar cuocere per circa mezz’ora.

Togliere dalla pentola metà dei fagioli e passarli, rimetterli insieme ai fagioli interi così da dare una consistenza più cremosa alla minestra.

Fare a pezzettini più o meno lunghi un etto di spaghetti e metterli a cuocere nella minestra aggiungendo ancora brodo caldo, se è quando necessario.

A me piace che questa minestra sia piuttosto soda e che si vedano anche gli ingredienti (il pomodoro, la salvia,…) ma ognuno deve farla come più gli aggrada, magari togliendo le foglioline se non gradite.

Mettere nei piatti e condirla con olio d’oliva e una bella macinata di pepe!

Quando ero piccola non mi piaceva questa minestra, preferivo il brodino di carne; non mi piaceva in particolare quando la mi’ mamma la faceva con i ditalini mentre riuscivo a buttarla giù quando metteva gli spaghetti spezzettati.

A quei tempi, in un paesino di montagna, non si trovavano molti tagli di pasta, forse era per quello che si spezzettavano gli spaghetti! 

Certo che quando ci metteva la pasta all’uovo fatta a mano, quella avanzata dalla spoglia tirata col mattarello è utilizzata prima per le lasagne o i tortelli, mi piaceva ancora di più. 🙂     

Adesso la adoro!

Lascia un commento

Archiviato in Minestre di legumi, Vecchi Mangiari