Archivi tag: prezzemolo

Linguine con zucchini e capesante

Ingredienti per due persone

2-3 capesante a persona, secondo le dimensioni

due zucchini

(qualche fiore di zucca)

uno scalogno o una piccola cipolla bianca

brodo di pesce

prezzemolo

pane grattato

olio extra vergine d’oliva

160/180 g di linguine o spaghetti

Tagliare a strisce lo scalogno e gli zucchini (come si preferiscono, o a fili o a rondelle sottili) e metterli a cuocere in padella con un po’ d’olio.

Unire, se piace, qualche fiore di zucca e le capesante tagliate a cubetti piccoli.

Lasciar cuocere per alcuni minuti, bagnando con un po’ di vino bianco.

Quando il vino sarà sfumato, spegnere il fuoco e bollire la pasta.

In una piccola padella mettere un goccio d’olio e un po’ di pane grattato bagnato e farlo gratinare (per riprodurre la gratinatura tipica delle capesante al forno).

Tritare qualche foglia di prezzemolo.

Quando mancano pochi minuti alla cottura della pasta, scolarla e metterla nel condimento con le capesante e terminare la cottura con il brodo di pesce. Aggiustare il sale.

Infine impiattare e decorare con il pane e il prezzemolo.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi a base di pesce, molluschi, crostacei

Colatura di alici!

Tormentone dell’estate 2016 è stata la COLATURA DI ALICI!

Che scoperta e che bontà!

La colatura di alici di Cetara è prodotta seguendo l’antica lavorazione (con alici, sale e acqua) dei pescatori di quel piccolo paese campano.

Pare che abbia origine antichissime, infatti si dice che fosse già prodotta ai tempi degli antichi romani.

Ma la cosa più interessante è che in pochi minuti e senza fatica possiamo preparare un’ottima e saporita pasta.

La ricetta base è molto semplice:

Un cucchiaio di colatura, due cucchiai di olio extra vergine d’oliva a persona; prezzemolo, peperoncino e aglio tritato quanto basta. Spaghetti o linguine.

image image

Appena la pasta è cotta (non mettere sale nell’acqua perché la colatura è molto sapida), scolarla e unirla al condimento.

Se si vuol far “prendere bene” il condimento, saltare per un minuto la pasta sul fuoco.

A questa pasta già buona si può sostituire il prezzemolo con il basilico.

image

Oppure, prima di servirla, si può buttare sulla pasta un trito di frutta secca (noci, pinoli, pistacchi, anacardi, mandorle, …)

Le diverse consistenze degli ingredienti sono molto gradevoli.

imageimageimage

Si possono unire dei pomodorini

image

oppure un po’ di succo e scorza di limone

image

o anche delle vongole.

In questo caso ho fatto aprire le vongole in padella con un po’ d’olio e vino bianco poi, a freddo, ho aggiunto gli ingredienti classici (colatura, olio, aglio, prezzemolo e peperoncino).

Il risultato è veramente ottimo.

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi a base di pesce, molluschi, crostacei, Primi veloci

Minestra di lenticchie

image image

Ingredienti per due persone

120 g di lenticchie secche

cipolla piccola

uno spicchio d’aglio

un pomodoro maturo o 5/6 pomodori ciliegini

alcune foglie di salvia

prezzemolo

olio extravergine d’oliva

un cucchiaino di origano

peperoncino, a piacere

sale

Lavare le lenticchie con abbondante acqua.

image

Tagliare a fettine sottili o tritare aglio e cipolla e metterli a imbiondire in padella con l’olio.

Unire le lenticchie.

image

Aggiungere un po’ d’acqua calda, le foglie di salvia, il sale, il prezzemolo tritato e lasciar cuocere per una mezz’ora.

Quando le lenticchie cominciano ad ammorbidirsi mettere anche i pomodori a pezzetti e un po’ di peperoncino tritato.

Portare a cottura le lenticchie (ci vorrà circa un’ora) e servire, condendo la minestra con un filo d’olio buono e un po’ di profumato origano.

imageimage

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Minestre di legumi

Gnocchi al sugo di scampi

image

Ingredienti per due persone

500 g di gnocchi di patate

8/10 scampi di medie dimensioni

pomodori

vino bianco

uno spicchio d’aglio

prezzemolo

peperoncino a piacere

olio extravergine d’oliva

sale

Questo sugo può essere usato anche con linguine, spaghetti o pasta all’uovo.

Lavare gli scampi. Eliminare il guscio, ad esclusione di quattro. Con la parte non utilizzata si può fare un brodetto che può essere usato anche nel sugo quando diventi troppo asciutto.

Tritare l’aglio e metterlo in padella con l’olio, aggiungere tutti gli scampi, sfumare con il vino e unire i pomodori tagliati a pezzetti. Verso la fine della cottura mettere il prezzemolo tritato.

image

Bollire l’acqua, buttare gli gnocchi e scolarli appena vengono a galla… di solito sono cotti, io comunque li assaggio, per sicurezza.

Unirli al sugo.

imageimage

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi a base di pesce, molluschi, crostacei

Pasta con triglie, olive e capperi

image

image

Ingredienti per una persona

80 g di linguine

una triglia non troppo piccola

una manciata di olive nere

e una di capperi salati

pomodori

prezzemolo

uno spicchio d’aglio

vino bianco

olio extravergine d’oliva,

sale

image

Tritare l’aglio e metterlo in padella con l’olio a fuoco basso.

Aggiungere capperi e olive nere tagliati a pezzetti.

image

Unire la polpa della triglia spezzettata e ben sliscata.

image

Far cuocere. Bagnare con un po’ di vino bianco. Se necessario aggiungere dell’acqua di cottura della pasta.

Fare a  pezzetti i pomodori e unirli al sugo. Aggiustare il sale.

image

Scolare la pasta e saltarla in padella col sugo di triglia, aggiungendo il prezzemolo tritato.

Servire.

image

image

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi a base di pesce, molluschi, crostacei

Pasta al baccalà/2

image

Ingredienti per una persona

pasta tipo calamarata, 90 g

150 g di baccalà ammollato

un pezzo di porro

3-4 pomodorini tipo ciliegino

prezzemolo

vino bianco

olio extravergine d’oliva 

a piacere, un goccio di latte

image

Tagliare a rondelle il porro e metterlo in padella con l’olio, cuocere a fuoco basso così che si ammorbidisca ma non soffrigga.

image

Tagliare il baccalà a pezzetti e aggiungerlo al porro, far arrostire leggermente e poi sfumare con il vino. Coprire.

Buttare la pasta.

Unire i pomodori e il prezzemolo al baccalà.

Quasi a fine cottura, se piace, e si vuole il sugo più “pastoso”, aggiungere un po’ di latte.

image

Scolare la pasta e unirla al sugo.

imageimageimage

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi a base di pesce, molluschi, crostacei

Sogliola al piatto… Con le verdure

Lo so, è un piatto semplice… un po’  da “malati” 🙂 ma a me piace mangiarlo di tanto in tanto.

Cucino la sogliola intera a cui è stata tolta solo la pelle.

Nella ricetta base condisco la sogliola con il sale, l’olio, il prezzemolo, il limone (a volte metto una macinata di pepe o un pizzico di timo). Poi copro il piatto con carta alluminio e lo posiziono su una pentola che sta bollendo. Cuocio la sogliola dai venti ai trenta minuti.

A volte aggiungo delle verdure che cuociono al vapore con la sogliola.

Faccio a pezzetti la carota, la patata, la cipolla…(lo zucchino, il pomodoro o la verdura che ho a disposizione) e le unisco alla sogliola.

image image

Condisco il tutto con olio, sale e prezzemolo.

image image

Lascia un commento

Archiviato in "Con ventiquattromila braciii...", secondi di pesce, Secondi di verdure

Pasta ricotta e melanzana

Beh… Molte delle mie ricette sono inventate lì per lì, con gli ingredienti che mi ritrovo in casa. Di solito i risultati sono comunque apprezzabili.

image


Ingredienti per due persone

160 g di pasta corta

una melanzana

150 g di ricotta di mucca

prezzemolo

1 spicchio d’aglio

olio extra vergine d’oliva

sale e pepe

(un paio di pomodorini, a piacere)

image

Tagliare a cubetti la melanzana e metterla a cuocere in una padella con olio e aglio tritato grossolanamente. Girarla spesso. Se piace, aggiungere  due pomodorini a pezzetti.

image

Unire alcune foglie di prezzemolo tritato.

image

Ammorbidire la ricotta sbattendola con una forchetta, aggiungere il pepe.

Nel frattempo cuocere la pasta. Scolarla al dente e buttarla nella padella.

image

Mantecarla poi unire la ricotta.

Mischiare bene insieme tutti gli ingredienti e servire.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi di pasta a base di verdure

Calamari in guazzetto

image

Ingredienti per due persone

sei etti di calamari

un cipollotto fresco

uno spicchio d’aglio

prezzemolo e timo

un pomodoro maturo

vino bianco

olio extra vergine d’oliva

sale

image

Pulire, lavare e fare a rondelle il sacco dei calamari, togliere il becco duro.

Tagliare a fettine il cipollotto e pezzettini lo spicchio d’aglio; metterli in padella con l’olio. Quando la cipolla è leggermente imbiondita aggiungere i calamari, il timo e il prezzemolo. Bagnare con un po’ di vino.

Unire il pomodoro fatto a pezzetti e privato dalla buccia, salare.

Girare e far cuocere per circa mezz’ora, nel frattempo si sarà formato sul fondo un sughetto denso. Durante la cottura se il sugo si addensa troppo aggiungere un  goccio d’acqua.

image

image

Lascia un commento

Archiviato in "Con ventiquattromila braciii...", secondi di pesce

Minestrone di cavolo e farro

image image

Ingredienti per quattro persone

dieci foglie di cavolo nero

tre carote

tre patate

una grossa cipolla

un gambo di sedano con le sue foglie

tre/quattro spicchi d’aglio

fagioli cannellini lessati

prezzemolo, salvia e rosmarino

olio extra vergine d’oliva

sale e pepe

image image

Tagliare a piccoli pezzi la cipolla e gli spicchi d’aglio e farli “soffriggere”, in olio e poca acqua, in una pentola abbastanza capiente. Lavare e tagliare la costola di sedano, aggiungerla insieme alle sue foglie al soffritto.

Quando il profumo inizia a sentirsi nell’aria, aggiungere il cavolo pulito (bisogna eliminare la costa centrale dura; farlo è semplice, basta impugnare la costa con una mano e portar via la parte verde-scuro con l’altra) e tagliato a striscioline.

Fare a pezzetti le carote e le patate, unirle agli altri ingredienti.

Aggiungere prezzemolo, salvia e rosmarino insieme a un litro e mezzo di acqua (se si ha del brodo vegetale si può usare).

Far prendere il bollore, abbassare il fuoco e lasciar cuocere lentamente.

A cottura quasi ultimata (dopo circa un paio d’ore ma conviene sempre assaggiare) unire un po’ di fagioli interi e passare i rimanenti al passaverdure.

Valutare come preferiamo il minestrone se liquido o più corposo, aggiustare in relazione a ciò l’acqua, aggiungendone o facendone ritirare un po’ a fuoco alto. Regolare il sale.

Unire quattro pugni di farro, seguire le indicazioni, relative al tempo di cottura, che si trovano sulla confezione.

Impiattare, condire con olio extra vergine d’oliva e con il pepe, se piace.

Lascia un commento

Archiviato in Minestre e farinate con legumi e cavolo