Archivi tag: seppioline

Linguine al nero di seppia con sugo di molluschi e crostacei

Ingredienti per sei persone

Mezzo chilo di linguine al nero di seppia

un chilo di vongole

6 scampi

4 etti di gamberetti

4 etti di calamari

3 etti di seppie

prezzemolo, peperoncino, timo e aglio

10 pomodori ciliegino

olio extravergine d’oliva

vino bianco

sale grosso e sale fino

Mettere le vongole a spurgare in acqua e sale per alcune ore. Cambiare l’acqua, più volte e verificare che le vongole siano pulite. Mettere in una padella gambi di prezzemolo, aglio e olio poi unire le vongole, coprire e farle aprire.

Pulire e lavare scampi e gamberetti. Togliere il carapace a metà dei gamberetti e le zampette agli altri.

Lavare bene seppie e calamari, tagliarli a  striscioline.

Mettere a scaldare l’acqua per la pasta. Salarla.

In una grande padella porre gambi di prezzemolo, timo, aglio tritato e olio, far scaldare e poi unire seppie e calamari; dopo 5 minuti unire anche gli scampi e i gamberi con il carapace; infine aggiungere i gamberetti puliti, il peperoncino e i pomodorini a pezzetti. Bagnare con il vino bianco.

Togliere le vongole da due terzi dei gusci e metterle in padella. Filtrare il sughetto delle vongole e incorporarlo al sugo. Aggiustare il sale.

Cuocere la pasta e, quando è ancora al dente, scolarla e buttarla in padella.

Farla insaporire, aggiungere del prezzemolo fresco tritato, le vongole con il guscio e servire.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi a base di pesce, molluschi, crostacei

La mia carbonara di pesce!

La pasta allo scoglio mi viene sempre bene, soprattutto perché ci metto tanti crostacei e molluschi… A volte ci metto anche del pesce, che quando è cotto  si sfalda e fa un bel “fondo” per il sughetto.

Facendo la carbonara ho sempre un po’ di preoccupazione perchè l’uovo che rimane sul fondo non mi piace affatto! E, a volte, mi è capitato :-(((

Ingredienti per 4 persone

un po’ di muscoli

vongole

3 piccole seppie

qualche moscardino

alcuni calamari

gamberi e/o code di gamberi

(se si trovano: canocchie o cihale di mare,  arselle, scampi, totani,… insomma ci si può mettere icchè  si trova fresco dal pesciaio)

aglio, timo, prezzemolo, peperoncino

olio extra vergine d’olivo

vino bianco

4 uova fresche

pomodorini freschi  maturi

320 grammi di linguine.

Come di fa:

laviamo i frutti di mare.

Facciamo particolare attenzione ai muscoli e alle vongole che, per sicurezza, possono essere aperti prima, separatamente, in un po’ d’acqua, vino, olio e aglio. Eliminiamo poi alcuni gusci.

Puliamo e laviamo gli altri molluschi e crostacei e facciamoli a pezzetti.

image

Mettiamoli in padella con olio, timo, prezzemolo e aglio; iniziamo la cottura.

Aggiungiamo i frutti di mare già aperti.

image

Mettiamo i pomodorini freschi.

image

Intanto rompiamo le quattro uova e sbattiamole in un piatto; aggiungiamo il prezzemolo.

image

Quando la pasta è cotta, buttiamola nella padella e a mischiamo in modo omogeneo con il sugo di pesce. Alla fine rovesciamo l’uovo sulla pasta e mantechiamo.

Se siete coraggiosi fatelo fuori dal fuoco cosicché la pasta rimanga bella lucida… Io, che non lo sono, tendo a farlo velocemente sul fuoco… Sigh! La pasta non viene perfetta come vorrei… Ma almeno non si rischia di vedere l’uovo sul fondo! 🙂

image

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi a base di pesce, molluschi, crostacei