Archivi tag: Vongole

Colatura di alici!

Tormentone dell’estate 2016 è stata la COLATURA DI ALICI!

Che scoperta e che bontà!

La colatura di alici di Cetara è prodotta seguendo l’antica lavorazione (con alici, sale e acqua) dei pescatori di quel piccolo paese campano.

Pare che abbia origine antichissime, infatti si dice che fosse già prodotta ai tempi degli antichi romani.

Ma la cosa più interessante è che in pochi minuti e senza fatica possiamo preparare un’ottima e saporita pasta.

La ricetta base è molto semplice:

Un cucchiaio di colatura, due cucchiai di olio extra vergine d’oliva a persona; prezzemolo, peperoncino e aglio tritato quanto basta. Spaghetti o linguine.

image image

Appena la pasta è cotta (non mettere sale nell’acqua perché la colatura è molto sapida), scolarla e unirla al condimento.

Se si vuol far “prendere bene” il condimento, saltare per un minuto la pasta sul fuoco.

A questa pasta già buona si può sostituire il prezzemolo con il basilico.

image

Oppure, prima di servirla, si può buttare sulla pasta un trito di frutta secca (noci, pinoli, pistacchi, anacardi, mandorle, …)

Le diverse consistenze degli ingredienti sono molto gradevoli.

imageimageimage

Si possono unire dei pomodorini

image

oppure un po’ di succo e scorza di limone

image

o anche delle vongole.

In questo caso ho fatto aprire le vongole in padella con un po’ d’olio e vino bianco poi, a freddo, ho aggiunto gli ingredienti classici (colatura, olio, aglio, prezzemolo e peperoncino).

Il risultato è veramente ottimo.

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi a base di pesce, molluschi, crostacei, Primi veloci

Pasta con cime di rapa, bottarga e vongole

Prima ho sostituito, alla ricetta classica con le orecchiette, le acciughe con la bottarga… Poi ho provato ad aggiungere le vongole. Il risultato in entrambi i casi è ottimo. Ah! Ho cambiato anche la pasta! 🙂

image

Con vongole veraci fresche o, anche, vongole in guscio surgelate.

Ho sostituito le orecchiette con le linguine o le tagliatelle all’uovo.

Ingredienti per due persone

160 g di pasta

aglio e peperoncino

imageimage

olio extra vergine d’oliva

vino bianco

due manciate di cime di rapa pulite

bottarga di tonno

6/7 etti di vongole

sale

image

Queste erano vongole veraci fresche, le ho messe a spurgare per alcune ore e poi le ho fatte aprire in una pentola con olio, aglio, peperoncino e vino bianco. Ho tolto un po’ di gusci, ho filtrato il sughetto e poi le ho aggiunte in padella all’olio, profumato con aglio e peperoncino.

image

Queste invece erano surgelate e le ho fatte aprire direttamente in padella con olio, aglio, peperoncino; poi le ho insaporite col vino bianco. Ho salato.

image

In entrambi i casi ho aggiunto due cucchiaini di bottarga, per farla ammorbidire e unire meglio al condimento.

image

Intanto avevo messo nella pentola, dove poi ho cotto anche la pasta, le cime di rapa.

image

Sbollentate le verdure, ho aggiunto la pasta e l’ho portata quasi a cottura.

L’ho scolata insieme alle cime di rapa, “buttata” in padella e fatta saltare.

Ecco il risultato con le linguine e con le tagliatelle.

image

image

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi a base di pesce, molluschi, crostacei, Primi di pasta a base di verdure, Senza categoria

Trofie cavolo nero, gamberi e vongole

Adesso è davvero finito, di cavolo nero non ce n’ho più! Ricomincia la preparazione del mio micro-orto!

image

Ingredienti

Trofie fresche, circa due etti per due persone

2/3 etti di gamberetti

2/3 etti di vongole veraci

un pugno di cavolo nero lessato

prezzemolo un bel gambo

scorza di limone

timo

aglio

1/2 scalogni

image

Come si fa

In una padella mettere un po’ di olio extra vergine d’oliva, la scorza del limone, il gambo del prezzemolo, lo scalogno affettato e il timo.

Far ammorbidire gli ingredienti a fuoco moderato, aggiungendo il pomodoro fresco a pezzetti.

Unire i gamberetti e le vongole.

Sfumare con il vino.

timage

Intanto mettere a cuocere la pasta, quando sarà al dente unirla al sugo di pesce.image

image

Se si vuole, togliere i gambi del prezzemolo e l’aglio; spolverare con prezzemolo tritato.

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi a base di pesce, molluschi, crostacei

La mia carbonara di pesce!

La pasta allo scoglio mi viene sempre bene, soprattutto perché ci metto tanti crostacei e molluschi… A volte ci metto anche del pesce, che quando è cotto  si sfalda e fa un bel “fondo” per il sughetto.

Facendo la carbonara ho sempre un po’ di preoccupazione perchè l’uovo che rimane sul fondo non mi piace affatto! E, a volte, mi è capitato :-(((

Ingredienti per 4 persone

un po’ di muscoli

vongole

3 piccole seppie

qualche moscardino

alcuni calamari

gamberi e/o code di gamberi

(se si trovano: canocchie o cihale di mare,  arselle, scampi, totani,… insomma ci si può mettere icchè  si trova fresco dal pesciaio)

aglio, timo, prezzemolo, peperoncino

olio extra vergine d’olivo

vino bianco

4 uova fresche

pomodorini freschi  maturi

320 grammi di linguine.

Come di fa:

laviamo i frutti di mare.

Facciamo particolare attenzione ai muscoli e alle vongole che, per sicurezza, possono essere aperti prima, separatamente, in un po’ d’acqua, vino, olio e aglio. Eliminiamo poi alcuni gusci.

Puliamo e laviamo gli altri molluschi e crostacei e facciamoli a pezzetti.

image

Mettiamoli in padella con olio, timo, prezzemolo e aglio; iniziamo la cottura.

Aggiungiamo i frutti di mare già aperti.

image

Mettiamo i pomodorini freschi.

image

Intanto rompiamo le quattro uova e sbattiamole in un piatto; aggiungiamo il prezzemolo.

image

Quando la pasta è cotta, buttiamola nella padella e a mischiamo in modo omogeneo con il sugo di pesce. Alla fine rovesciamo l’uovo sulla pasta e mantechiamo.

Se siete coraggiosi fatelo fuori dal fuoco cosicché la pasta rimanga bella lucida… Io, che non lo sono, tendo a farlo velocemente sul fuoco… Sigh! La pasta non viene perfetta come vorrei… Ma almeno non si rischia di vedere l’uovo sul fondo! 🙂

image

Lascia un commento

Archiviato in "Macarò, m'hai provocato e...", Primi a base di pesce, molluschi, crostacei