Archivi tag: zucchero

IL berlingozzo di Gavinana

Berlingozzo di Gavinana

Ingredienti

4 etti di farina
2 etti di zucchero
3 uova intere
1/4 di litro di latte
250 g di olio extra vergine d’oliva
un limone biologico
una bustina di lievito
granelli di zucchero

Come si fa

Si montano 3 uova intere con 2 etti di zucchero;
quando il composto è ben gonfio, si aggiungono 400 grammi di farina, 1/4 di litro di latte e 250 grammi di olio di oliva;
si amalgamano e si aggiungono la buccia grattugiata di limone e una bustina di lievito.
Si versa il tutto in una teglia unta e si cuoce nel forno caldo per circa 45 minuti.
Si decora con granelli di zucchero.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Dolci di montagna, Vecchi Mangiari

Caponata di verdure – Crostoni con la caponata

La caponata più classica è quella di melanzane, ma perché non utilizzare anche altre belle verdure tipiche dell’estate? Seguendo la ricetta originale ma usando più verdure ho ottenuto un piatto davvero gustoso.

Ingredienti per quattro persone

Una melanzana media

mezzo peperone giallo, mezzo verde e mezzo rosso

tre zucchini

una carota

un gambo di sedano

una cipolla bianca

una decina di pomodori datterini

capperi sott’aceto

olive nere o verdi senza nocciolo

olio extra vergine  d’oliva

foglie di basilico e origano fresche

mezza tazza di aceto bianco (la quantità può variare secondo i gusti)

un cucchiaio di zucchero

sale

Per i crostoni: fette di pane toscano, uno spicchio d’aglio, ricotta di pecora.

 

 

Ho pulito e lavato le verdure.

Le ho fatte a cubetti.

Ho messo in padella l’olio e quando è stato caldo ho aggiunto le melanzane.

Ho lasciato che “friggessero” poi ho aggiunto le zucchine, i peperoni, la carota e il sedano. Ho messo un po’ di sale.

Quando le verdure erano appena cotte ma risultavano ancora abbastanza croccanti le ho tolte dalla padella con una schiumarola.

Nell’olio rimasto ho messo la cipolla tagliata a cubetti e l’ho lasciata cuocere alcuni minuti.

Ho poi aggiunto i pomodori datterini tagliati a metà, le olive e i capperi.

Li ho fatti cuocere un po’ insieme.

Ho aggiunto alcune foglie di basilico e di origano fresche…

… un cucchiaio di zucchero e mezza tazza di aceto.

Ho unito le verdure che avevo tolto, ho lasciato sfumare l’aceto, ho controllato se il sale era sufficiente e ho lasciato insaporire gli ingredienti.  Dopo pochi minuti la caponata di verdure era pronta!

Ho grigliato alcune fette di pane toscano, alcune le ho strusciate con uno spicchio d’aglio, altre le ho spalmate con della ricotta di pecora e poi le ho ricoperte tutte con la caponata.

Sono due soluzioni che mi sono sembrate particolarmente gustose.

 

Lascia un commento

Archiviato in ...tutti le chiamano bruschette..., Crostini e crostoni, Secondi di verdure

Marmellata di pesche

image

Un chilo di pesche (circa otto etti pulite)

sei etti di zucchero.

Pelare le pesche, togliere il nocciolo e spezzettarle.

image

Metterle sul fuoco con lo zucchero, a fiamma moderata per  qualche minuto, finché lo zucchero non si sia sciolto.

image

Poi alzare la fiamma e farle bollire, mescolare e schiumare.

image

Quando la confettura raggiunge la giusta consistenza, toglierla dal fuoco e invasarla nel modo detto nella marmellata di susine.

image

Se non si gradisce che appaiano i “pezzi”, tritarli con il frullatore ad immersione.

Lascia un commento

Archiviato in Marmellata

Confettura di mirtilli

Un chilo di mirtilli

7 etti di zucchero

(scorza di limone, se piace)

image image

Lavare in modo accurato i mirtilli (qui da me, nel comune di San Marcello Pistoiese, si chiamavano BAGGIOLI, mentre  nei comuni vicini, in particolare a Cutigliano venivano chiamati PIURI) eliminando le foglioline, i rametti e i frutti secchi o sciupati.

Versarli in una pentola con lo zucchero.

Metterli su fuoco moderato e girarli finché lo zucchero non sia sciolto e i mirtilli non inizino a cedere il succo.

Aumentare la fiamma e farli bollire, mescolando e togliendo la schiuma quando necessario.

Quando la confettura inizia ad essere meno liquida, abbassare la fiamma, mescolare spesso finché non raggiunge la giusta consistenza.

Far intiepidire e procedere all’invasamento come detto nella marmellata di susine.

 image

 

Lascia un commento

Archiviato in Marmellata

Frittelle dolci con fiori di sambuco

Qualche giorno fa, mentre stavo pensando che da un po’ di tempo non mettevo una ricetta sul mio blog, ho alzato gli occhi ed ho visto il sambuco in fiore… allora perché non provare a fare le frittelle di fiori di sambuco come facevano i nostri vecchi!?

image

Ingredienti

fiori di sambuco

image

farina, 120 g;

3 uova;

image

zucchero, 80 g;

un cucchiaino di miele;

un cucchiaino di lievito vanigliato;

un bicchiere di latte (quanto ne serve per rendere l’impasto morbido ma non troppo);

un pizzico di sale;

olio per friggere.

Lavare le ombrelle di fiori di sambuco sotto l’acqua, bagnarle e scuoterle più volte. Eliminare tutti i gambi più duri.

In una terrina  mettere i tre tuorli, dividendoli dagli albumi, la farina, lo zucchero e il miele. Mischiare gli ingredienti e allungare con il latte.

image

Montare gli albumi a neve e incorporarli nell’impasto; aggiungere il lievito, il pizzico di sale e i fiori.

image

Far scaldare l’olio e buttarci l’impasto con un cucchiaio, delle dimensioni in cui si preferiscono le frittelle.

image

Una spruzzata di zucchero vanigliato ci sarebbe stata bene!

Lascia un commento

Archiviato in Dolci di montagna, Vecchi Mangiari

Il “Berlingozzo” della Montagna Pistoiese

Questo è uno di quei dolci che ti fanno ricordare l’infanzia, quando le mamme e le zie ti chiamavano per la merenda.

E’ un dolce semplicissimo con ingredienti essenziali, che un tempo, quando si cucinava molto, erano sempre in casa: uova, zucchero, farina, burro (negli ultimi anni ho sentito che il burro, per ragioni dietetiche, viene sostituito sempre più spesso da un bicchiere d’olio extra vergine d’oliva), latte, lievito, limone, sale.

#######

Rompere tre uova in una terrina e montarle con due etti e mezzo di zucchero.

image

Quando il composto è ben gonfio, unire la scorza di un limone,

image

un etto di burro ammorbidito e  quattro etti di farina.

image

 

Sciogliere il lievito in un po’ di latte e aggiungerlo al composto, mettere un pizzico di sale. Lavorare il composto e, se l’impasto è tropo duro, aggiungere ancora latte (complessivamente dovrebbe essere circa un bicchiere).

image

Imburrare (o oleare) e infarinare una tortiera con il buco e travasarci il composto.

image

Infornare per 45 minuti circa in forno preriscaldato a 180 gradi.

Aimage

  Se si guarda bene il nostro Berlingozzo assomiglia molto ad un ciambellone, dolce fatto in ogni parte d’Italia… Ma questa è ricetta montana… 🙂 Mah, tutto il mondo è paese!

1 Commento

Archiviato in Dolci di montagna, Vecchi Mangiari